Minerva 1

Eccellenze tavernesi: Minerva


Minerva 2

Creazione by Minerva di Ilaria Lia

Eccellenze tavernesi: Minerva, quando la volontà di fare impresa nella città di Mattia Preti è donna

Secondo articolo della nostra rubrica sulle eccellenze artigiane e non presenti a Taverna; oggi parliamo dell’azienda Minerva di Ilaria Lia, giovane fashion designer tavernese che, con caparbietà, volontà e sacrificio, ha realizzato il suo sogno: aprire a Taverna un laboratorio artigianale per la produzione di abiti su misura e capi in maglieria totalmente Made in Italy.

Dopo aver parlato del Cagno e le sue strane tecniche di lavorazione del legno, nel secondo post parleremo di una giovane ragazza tavernese e della sua attività, il laboratorio artigianale Minerva, nel quale vengono pensati, realizzati e messi a disposizione del pubblico abiti su misura e capi in maglieria.

L’artefice di tutto ciò è Ilaria Lia, cittadina tavernese che, ottenuta la maturità scientifica, invece di iscriversi all’Università ha pensato bene di inseguire il suo sogno frequentando l’accademia di moda “New Style” di Cosenza dove, durante il periodo di formazione, tra nozioni di anatomia, merceologia, marketing e storia della moda, tecniche di illustrazione e sviluppo di cartamodelli, taglio del tessuto e confezione del capo, è riuscita ad acquisire quel know-how necessario ad avviare la carriera nel mondo della moda.

Il voler fare impresa in Calabria

A differenza di molti suoi coetanei, terminati gli studi, Ilaria non è stata assalita dal classico dilemma se spostarsi o meno fuori regione per “fare carriera” , magari in città dove attività come la sua sono molto più presenti; al contrario le sue idee sono state chiare fin da subito:

<<Appena diplomata al liceo avrei potuto scegliere di frequentare un istituto di moda a Milano, ma l’idea di lasciare il mio paese non mi ha mai entusiasmato quindi ho scelto l’accademia di Cosenza. Terminati gli studi nell’ Ottobre 2015 mi sono messa subito a lavorare per l’apertura della mia azienda; la decisione più importante e coraggiosa quindi è stata quella di  intraprendere la strada imprenditoriale creando il brand “MINERVA di Ilaria Lia” a Taverna, dando vita, con l’aiuto di mio fratello Luca e il mio fidanzato Antonio, ad un laboratorio artigianale dove vengono realizzati abiti su misura e capi in maglieria.>>

A questo punto del discorso viene spontaneo chiedere ad Ilaria quali siano state le difficoltà incontrate dovute al fatto di voler fare impresa in Calabria, per di più in una cittadina che dista circa 40 Km dall’autostrada, dalla stazione ferroviaria e dall’aeroporto; anche in questo caso però la sua risposta è spiazzante, perchè non parla di difficoltà create dal contesto in cui è andata ad operare:

 <<Più che riscontrare difficoltà, quando si intraprende un percorso nuovo, c’è sempre la paura di sbagliare qualcosa, di prendere una decisione sbagliata o nel momento sbagliato e di non riuscire a superare gli eventuali problemi che si pongono davanti al nostro obiettivo>>

Dopo aver capito che Ilaria è un’imprenditrice che bada al sodo, focalizzata nel raggiungere l’obiettivo prefissato, scopriamo che in Calabria sono presenti altre realtà simili alla sua, che le consentono di “fare rete” scambiando opinioni ed esperienze:

<<Si, esistono realtà simili ovvero il “Lanificio Leo” di Soveria Mannelli e “Cangiari”, azienda eco-etica che si caratterizza per i suoi tessuti prodotti artigianalmente mediante telaio a mano. Conosco bene quest’ultima azienda perché ho avuto il privilegio di svolgere un periodo di tirocinio vinto partecipando al concorso MODA MOVIE>>

Come lavora una fashion designer

Ciò che rende particolare l’attività del laboratorio Minerva è la realizzazione di prodotti di qualità mediante l’uso di materie prime Made in Italy; questa strategia, oltre che portare alla realizzazione di prodotti qualitativamente superiori, serve anche per differenziarsi dal resto della concorrenza delle grandi multinazionali le quali ormai importano o producono la maggior parte dei loro pezzi nei paesi esteri:

<<I nostri lavori sono 100%  Made in Italy fatti a mano, si tratta di filati di ottima e certificata qualità in fibre naturali, lavorati con telai lineari elettronici di finezza 7 e 12. Ogni capo è curato in ogni singolo aspetto, ed essendo realizzato artigianalmente, risulta unico e pregiato. Dai modelli più semplici a quelli più elaborati, realizziamo capi per qualsiasi esigenza stilistica: uomo, donna e bambino. Tengo molto a sottolineare questo aspetto in quanto il nostro scopo principale è promuovere il Made in Italy e l’artigianalità anche con la qualità dei materiali utilizzati.>>

Il discorso si è poi incentrato sul metodo che Ilaria e i suoi collaboratori usano per la realizzazione di un capo:

<<Quando si realizza un capo o ancor di più una collezione il primo step consiste nella realizzazione di un mood-board ovvero l’insieme di immagini, colori, elementi ed input che servono di ispirazione allo stilista. Scelta la “tematica” da sviluppare  si passa al disegno dei bozzetti e degli schizzi fino al disegno del figurino definitivo. A questo punto scelto il tessuto si realizza il cartamodello, si taglia il modello e si lavora alla confezione del prodotto.>>

fasi realizzazione vestito

Le fasi principali della realizzazione di un capo: mood board, schizzi e bozzetti, realizzazione del capo – Collezione MELTING POT: tradizioni dell’est nello stile urban chic

Il duro lavoro all’interno del laboratorio Minerva inizia a dare i suoi frutti: dopo il periodo passato a pensare, disegnare e realizzare i suoi capi, le creazioni di Ilaria sono state pubblicizzate in giro per il Sud Italia:

<<Ho partecipato a dei concorsi per stilisti emergenti come lo “SMAC” a Salerno e “MODA MOVIE” a Cosenza; durante quest’ultimo i miei capi sono stati esposti nella vetrina di un negozio su corso Mazzini, sempre a Cosenza. Ho partecipato a diverse sfilate e shooting; su LA C, nel programma “A CASA TUA”,  sono stata ospite con un mio abito scultura ispirato alla liquirizia e ultimamente per il servizio pubblicità “Wellness SPA dell’Albergo della Posta” la modella indossava una mia creazione.>>

Diciamo che per aver intrapreso la strada dell’imprenditoria da poco più di un anno, i traguardi raggiunti dal laboratorio Minerva sono stati di tutto rispetto, frutto di impegno e passione che Ilaria persegue ispirandosi ad un grande stilista italiano:

<<Mi ritrovo molto nello stile  DIESEL, ribelle ed anticonformista; ammiro molto il suo fondatore Renzo Rosso che, nato da una famiglia umile, con la sua determinazione è riuscito a diventare un grande imprenditore e a costruire intorno a se “l’impero DIESEL”.>>

Giunti alla fine, com’è d’obbligo per le eccellenze tavernesi trattate nella nostra rubrica, chiediamo il significato del nome scelto per rappresentare la sua attività:

<<Abbiamo scelto MINERVA  perché è la dea romana delle grandi virtù, della tessitura e protettrice degli artigiani. Il suo animale sacro è la civetta e per questo il nostro logo  è una civetta stilizzata  che si fonde con un paio di forbici.>>

Idee chiare, innovazione ed amore per le proprie radici, qualità dei prodotti e cura del dettaglio, fantasia e creatività: sono questi gli ingredienti principali che stanno portando il laboratorio artigianale Minerva ad affermarsi come realtà imprenditoriale femminile del territorio pre-silano catanzarese. Complimenti!

Info utili e contatti

Pagina facebook

MINERVA di Ilaria Lia – Via San Falco,13/D -88055 – Taverna (CZ)

Cell: 334 898 5416

Gallery

 


Mattia Preti

Post a Comment